Petizione: Regole per l'Olio IGP di Calabria anti-contraffazione...Firma!

author

La Calabria è la seconda regione produttrice in Italia di olio extravergine di oliva. L’olivicoltura calabrese può contare sull’olio extravergine a denominazione in Europa con 3 DOP e l’IGP Calabria un patrimonio di olive, che rappresenta un vasto tesoro di biodiversità.

Il percorso verso il riconoscimento di Indicazione Geografica Protetta (IGP) dell’olio extravergine di oliva calabrese - OLIO DI CALABRIA alla stretta finale con la registrazione del Disciplinare di Produzione (pubblicato su GUCE L.345 del 20/12/2016) ha avuto tuttavia un esito svantaggioso per il nostro territorio.

Il disciplinare, infatti, non prevede che l’imbottigliamento dell’olio debba avvenire solo nella Regione Calabria. L’imbottigliamento può verificarsi non solo in altre regioni italiane ma anche in tutti i paesi dell’Unione Europea.

Risultato: valore aggiunto che si trasferisce in altri luoghi e perdita di occupazione a danno di produttori olivicoli e cittadini-consumatori.

Coldiretti Calabria ritiene che questa operazione non vada nella direzione di contribuire a far crescere l’agricoltura e l’economia calabrese e di aumentare la quota di imbottigliamento in Calabria del nostro olio tutelando le eccellenze. Non si premierà l’impegno, i sacrifici e la serietà degli agricoltori calabresi che producono olio di grande qualità.

Coldiretti propone, quindi, di procedere alla modifica del Disciplinare di produzione dell’IGP Olio di Calabria, prevedendo che la zona d’imbottigliamento sia esclusivamente individuata entro i confini amministrativi della regione Calabria, così come già previsto dal Disciplinare condiviso in sede di pubblica audizione il 9/07/2014 e come previsto dal Decreto pubblicato sulla G.U. n°158 del 10/07/2015, con cui è stata autorizzata la protezione transitoria.

Tale richiesta fonda la sua motivazione nella esigenza di trattenere maggiore valore aggiunto sul territorio regionale, a vantaggio della filiera olivicola, di agevolare le attività di controllo e di non favorire la delocalizzazione con l’esportazione del lavoro.

Se sei favorevole firma la petizione.

Per approfondire consulta la documentazione

Scegli la tua Reaction!
Commenti (0)
arrow